Categories:

Tre dei caricabatterie più popolari per Dacia Spring

Written by Tudor Marchis

Updated: Ottobre 4, 2022
Est. Reading: 4 minutes

Il modello Dacia Spring è già noto a molti: si tratta di un'auto elettrica venduta con il marchio Dacia e prodotta in Cina. Oltre ai costi di manutenzione e gestione molto inferiori delle auto elettriche rispetto a quelle con motori a combustione, il prezzo di acquisto della Dacia Spring è molto interessante se si considerano anche gli incentivi della maggior parte dei paesi europei. Le presentazioni le abbiamo già fatte in occasione di altri test, quindi vediamo come possiamo ricaricare questa vettura a casa, al lavoro, o nei luoghi pubblici.

Il modo più veloce per caricare Dacia Spring è presso le stazioni di ricarica rapida a corrente continua C), ma a volte possono essere troppo veloci quando l'auto trascorre 8 ore nel parcheggio al lavoro. Inoltre, è anche l'opzione più costosa. L'auto può ricaricare in una tale stazione con una potenza fino a 34 kW. Il connettore utilizzato per questo tipo di ricarica è CCS2.

La Destination Charge presso le stazioni con corrente alternata (AC) è uno dei modi più semplici per caricare qualsiasi auto elettrica. Sia che stiamo ricaricando a casa durante la notte, sia che stiamo ricaricando in ufficio o nei parcheggi pubblici mentre ci occupiamo di altre. Utilizzando una stazione con un connettore di tipo 2 possiamo caricare completamente la batteria dell'auto in un tempo tra le 4 e le 13 ore.

Poiché la potenza di ricarica delle auto elettriche nelle stazioni a corrente alternata è limitata dall'OBC (caricatore di bordo) e poiché la Dacia Spring ha un OBC monofase limitato a 6,6 kW, parleremo quindi solo di caricabatterie monofase.

Vediamo quindi quali caricabatterie sono adatti a questo tipo di ricarica "lenta" e quali sono i lati positivi e negativi.

Il caricabatterie più accessibile e maneggevole è quello portatile, in dotazione con l'acquisto dell'auto, essendo praticamente gratuito.
Questo caricabatterie si collega a una normale presa Schuko e può caricare la tua auto dallo 0 al 100% in circa 13 ore. La sua potenza massima è di 2,3 kW e l'amperaggio non può essere regolato, essendo impostato sui 10A.

Un altro caricatore monofase da 7,4 kW è tra i più convenienti al momento sul mercato. Questo richiede un'alimentazione monofase e si collega al impianto domestico, richiedendo un'alimentazione dedicata e un proprio fusibile di protezione differenziale di tipo B o EV, non avendo questa protezione incorporata. Questo dispositivo di sicurezza aumenta drasticamente il costo di installazione. La potenza massima di ricarica è di 7,4 kW e anche con questo caricabatterie non è possibile regolare l'amperaggio, essendo impostato a 32A. La stazione non dispone di connettività wireless, applicazione mobile o sistema di bilanciamento del carico. Quindi devi assicurarti di avere a disposizione i 7,4 kW per evitare di far scattare il fusibile principale.
L'argomento dei fusibili richiesti è stato approfondito nell'articolo Perché abbiamo bisogno di protezioni elettriche nelle stazioni di ricarica?

La stazione di ricarica LEKTRI.CO 1P7K necessita inoltre di un alimentatore dedicato protetto da un fusibile di protezione differenziale, tipo A, già con protezione in corrente continua integrata. Può essere montato sulla parete di casa, del garage o su un palo di metallo.
A differenza delle varianti precedentemente elencate, questa stazione permette la regolazione dell'amperaggio (e quindi della potenza di ricarica), dispone di connettività Wi-Fi, ed è controllabile dall'applicazione mobile.
Questa stazione di ricarica può essere collegata a qualsiasi alimentazione monofase in quanto può limitare automaticamente la potenza massima di ricarica, a differenza degli altri due caricabatterie testati.

Nella tabella seguente confrontiamo le principali funzioni dei 3 caricatori:

Il vantaggio di caricare la batteria dell’auto utilizzando l’energia dei pannelli fotovoltaici rappresenta principalmente il risparmio economico ottenuto. Consideriamo il prezzo dell’energia elettrica utilizzata pari a 0,5 EUR/kWh e il prezzo dell’elettricità immessa pari a 0,25 EUR/kWh. Se l’impianto fotovoltaico produce 1 MWh di energia elettrica che immettiamo in rete, riceveremo circa 250 euro (a seconda della tariffa fissata dal fornitore). L’utilizzo di 1 MWh dalla rete pagherà 500 EUR. Pertanto, ogni MWh caricato con energia fotovoltaica porta un risparmio di 250 euro. Considerando un percorso annuale di 20.000 km con un consumo medio di 15 kWh/100 km significherebbe un consumo totale di 3 MWh, che se provenisse dall’impianto fotovoltaico porterebbe un risparmio di 750 euro all’anno. Quindi, la wallbox LEKTRI.CO 1P7K si ripaga grazie al risparmio della ricarica solare.

Naturalmente, il caricatore mobile Schuko e la seconda stazione di ricarica testata possono essere utilizzati anche per la ricarica solare, ma la "regolazione" viene eseguita manualmente, avviando e interrompendo la ricarica in base alla produzione solare. Invece, il caricabatterie LEKTRI.CO 1P7K riduce automaticamente la potenza di carica quando l'impianto fotovoltaico non produce energia sufficiente.

Alla fine ognuno di questi 3 caricatori testati adempie al suo scopo, che è quello di caricare la batteria dell'auto, ma nella scelta del caricabatteria più adatto alle nostre esigenze, funzioni specifiche come la connettività e la disponibilità dell'applicazione mobile per controllare il caricabatteria o è necessario considerare il bilanciamento del carico.
Anche la ricarica con l'energia del sistema solare è una caratteristica importante per ridurre i costi e le emissioni di CO2, per avere la flessibilità desiderata nella scelta dei parametri di ricarica, è consigliabile scegliere uno smart charger connesso a internet.
Infine, ma non meno importante, consigliamo di prestare maggiore attenzione agli elementi di sicurezza e protezione come i sistemi di monitoraggio della corrente residua, il sovraccarico e la protezione da sovratemperatura.

Related posts

Prodotti

Soluzioni

Partner

Azienda

Legale

Copyright © 2022 Tutti i diritti riservati
CIVITRONIC S.R.L. CUI: RO14345794 Nr.reg: J35/1445/2001
1P7K și AVA/JOY Design del caricatore realizzato da EOOS
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram